Galleria Adozioni

Leo, adesso Eros

gattino-cerca-casaLeo era un micione di sei anni quando è arrivato nel nostro rifugio, insieme alla sua amica di quattordici anni Cosetta; chi li aveva accolti in casa non poteva più occuparsene, così ha contattato l’Associazione.

Entrambi erano tristi e apatici, il cambio di ambiente è stato un trauma per loro, ma per fortuna hanno avuto delle splendide richieste di adozione; in questo articolo ci soffermeremo su Leo.

“Ci portarono Eros il 4 febbraio del 2018” ci scrive la sua adottante, una dolcissima ragazza di Giovinazzo. “Aveva le pupille dilatate e la bava alla bocca perché il viaggio in auto gli aveva causato un po’ di nausea. Una volta dentro casa, uscì con lentezza dal trasportino e, dopo aver realizzato di essere in un posto nuovo e aver dato un’occhiata alla stanza, scelse il posto per lui più sicuro: sotto il letto

gatto-adozioneLa prima notte con lui fu tragica, almeno per noi che non avevamo mai avuto un gatto e non sapevamo comportarci: durante la notte si spostò dal letto di mio fratello a quello di mia madre (che è molto basso: un perfetto nascondiglio!) e cominciò a miagolare ogni cinque minuti. Chissà, forse si chiedeva dove fosse capitato!

Restò sotto quel letto per più di quaranta giorni, spostammo lettiera e ciotole accanto a lui; provavamo ad accarezzarlo ma girava la testolina dal lato opposto. Sebbene non abbia mai morso o graffiato, il suo disagio era palese; così continuammo imperterriti a sussurrargli parole dolci, a dirgli che noi eravamo lì per lui, che non eravamo una minaccia.

Dopo molto tempo iniziò a esplorare la casa e a osservarci da lontano; quando però ricambiavamo lo sguardo fuggiva terrorizzato sotto il letto.

Un giorno, all’improvviso, si presentò in cucina mentre stavamo cenando; non potevamo credere ai nostri occhi, Eros iniziò a mostrarci il pancino e a fare le fusa… Fu un regalo bellissimo! Finalmente tornò ad essere un micio sereno, e dopo un anno iniziò anche a giocare. Ci sono tuttavia alcune cose che gli fanno ancora paura: ha il terrore della scopa, che ondeggia minacciosamente sul pavimento durante le pulizie di casa… Temiamo che gli ricordi qualche maltrattamento subito.

Quella di Eros è una storia a lieto fine, fatta di pazienza e di amore immenso!”.

 

Leo ha trovato casa, ma altri mici sono ancora in attesa di adozione. E se fossi tu il prossimo adottante? Scopri tutti i mici in cerca di casa e se sei un tenerone non perderti le nostre Adozioni del Cuore 

Vorresti darci una zampa per accudire i nostri micetti in stallo? Allora SOSTIENICI

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi