Galleria Adozioni

Mici e Amici ecco a voi: Pozzo e Lucky

Mici e Amici ecco a voi: Pozzo e Lucky

Storia di una adozione felina

Pozzo è un micione di 7 anni, completamente bianco ad eccezione di tre macchie nere: la coda, un orecchio ed una macchia a forma di cuore sul petto. Pozzo è nato d’inverno ed è stato trovato da Elio, il suo padrone, a Parma. Deve il suo nome ad un’opera teatrale di Samuel Beckett: Aspettando Godot, dove c’è un personaggio strano, a volte pazzo altre volte super pigro. Che ama e odia tutti. Esattamente come il nostro micio Pozzo.

Gatto Adottato 2

Pozzo ha cambiato diverse case e cucce in questi sette anni ma sempre assieme al suo padroncino Elio. Ha vissuto a Parma, Molfetta, Milano e Bari. Pozzo non teme alcun essere umano, quando nella sua casa entra qualcuno di nuovo il nostro Pozzo gli annusa mani e piedi e dopo si getta ai suoi piedi a pancia all’aria. E’ il suo modo per dare il benvenuto a chiunque in casa e tutti devono obbligatoriamente massaggiargli il pancino.
Spesso però il compagno di vita di Pozzo non era in casa e Pozzo si annoiava moltissimo. Cosi in occasione del trentesimo compleanno del suo padroncino organizza qualcosa di davvero speciale. Infatti proprio quel giorno dal giardino di casa di Elio e Pozzo si sentirà un nuovo miagolio.
Pozzo e LuckyQuel dolce miagolio apparteneva a Lucky un piccolissimo gattino di due mesi che chissà come si era ritrovato in quel giardino tutto solo e impaurito. il padroncino di Pozzo udendo questo miagolio dal giardino si precipita a cercare quel batuffolo di pelo tanto rumoroso. Lucky è tutto impaurito e frastornato ma si lascia facilmente prendere da quel umano.
Purtroppo quel umano non aveva nei suoi progetti quello di prendere un nuovo micio e per ben due volte prova a reimmetterlo in una colonia felina dove alcune mamme gatte avevano partorito dei mici della stessa età di Lucky. Ma per ben due volte le mamme randagie non accettano Lucky allontanandolo dalla colonia. 
E’ incredibile come a volte le coincidenze o il destino scelgano per te. Quando Elio infatti tornava il giorno dopo per accertarsi che il piccolo Lucky fosse stato accettato dalla nuova mamma gatta, non lo trovava mai nella colonia. Lo cercava ovunque ma il piccolo Lucky era proprio sparito. Ma ogni volta dopo che il povero padroncino si allontanava con grandissimi sensi di colpa da quella colonia riudiva, molto lontano dalla colonia, un miagolio che ormai aveva imparato a riconoscere.
Era Lucky che per ben due volte, più la prima s’era fatto trovare da Elio. 

Gatto Adottato 6

Pozzo rivedendo tornare per la terza volta Lucky a casa decise di fare qualcosa e far capire a quell’umano testardo che quella era la casa di Lucky, che lo volesse o no. E così inizio a leccare Lucky su tutta la testa fino a quando l’umano non si arrese all’idea di avere adesso due gatti in casa. Pozzo spiegò a quell’umano che non c’era da preoccuparsi poichè lui, Pozzo, sarebbe sempre rimasto il gatto di Elio, mentre Lucky sarebbe diventato il gatto di Pozzo. Grazie a questo artificio l’umano avrebbe continuato ad avere sempre e solo un gatto che a sua volta avrebbe avuto un suo gatto.
Dovete sapere, infatti, che Pozzo segue ovunque il suo umano mentre Lucky segue ovunque il suo padroncino/amico Pozzo.
Anche nell’opera teatrale di Samuel Beckett il personaggio di Pozzo è sempre assieme ad un’altro personaggio… il suo nome? Lucky ovviamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Follow by Email
Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi